Lavorare su internet: quali sono i benefici

Fino a qualche anno fa, lavorare da casa poteva sembrare un sogno irrealizzabile. Oggi è il futuro del lavoro.

Di seguito ecco alcune tra le statistiche più interessanti sul lavoro online, come mostrato di seguito.

1. Il lavoro online aumenta la produttività.

Le aziende e i lavoratori stessi affermano che lavorare su internet è un vantaggio per la produttività. Non esistono distrazioni come pettegolezzi, incontri estemporanei e colleghi rumorosi
Inoltre, due terzi dei dirigenti afferma che i dipendenti che lavorano online aumentano la produttività complessiva.

2. Lavorare su internet ottimizza l’efficienza dei lavoratori.

Un minor numero di distrazioni (parlando di  lavoratori remoti disciplinati) può aumentare  l’efficienza. O, per lo meno, è la conclusione a cui giunge un rapporto di ConnectSolutions. I numeri: circa il 30% ha dichiarato che il lavoro online ha permesso loro di ottenere di maggiori risultati in meno tempo.

3. Riduce lo stress e aumenta il morale.

Alcuni dati sul lavoro online mostrano che l’82% dei telelavoratori ha riportato livelli di stress inferiori. Questo ha effetti positivi non solo per i lavoratori, ma anche per le aziend. Lo studio di IGP, fornitore leader di servizi software, ha rilevato che l’80% dei lavoratori ha riportato un morale più alto quando lavorava da casa, mentre il 69% ha riportato un minore assenteismo.

4. Riduce il turnover dei dipendenti.

Offrire la possibilità di lavorare a distanza riduce il turnover dei dipendenti e “i tassi di abbandono del lavoro diminuiscono di oltre il 50%”, secondo uno studio pubblicato dalla Stanford University. Il rapporto (basato su statistiche sul lavoro a distanza di un’azienda con sede in Cina quotata al NASDAQ con 16.000 dipendenti) ha descritto il lavoro da casa come “altamente redditizio” per l’azienda.

5. Riduce i costi immobiliari (e non solo).

Aziende di tutte le dimensioni hanno riportato riduzioni significative dei costi operativi.
Ecco due esempi di due grandi aziende, secondo un rapporto della rivista Forbes: Aetna (dove circa 14.500 dipendenti su 35.000 non hanno una scrivania “in ufficio”) ha diminuito lo spazio dedicato di 25 mila di metri quadri, risparmiando 78 milioni di dollari. American Express ha registrato un risparmio annuale di 10 milioni a 15 milioni di dollari dopo aver reso possibile lavorare a distanza.

6. Spesso conduce ad un maggiore coinvolgimento da parte dei dipendenti.

Potrebbe sembrare una contraddizione, ma i lavoratori in remoto spesso interagiscono con colleghi e supervisori molto di più rispetto a coloro che lavorano in ufficio. E’quanto ha concluso la Harvard Business Review.
Ciò che fa la differnza, infatti, è la grande quantità di strumenti tecnologici a disposizione che favoriscono la comunicazione tra lavoratori ed aziende. In effetti, uno studio separato ha rilevato che l’87% di chi lavora in remoto è più connesso, soprattutto grazie all’uso della videoconferenza.

7. Ha un impatto positivo sull’ambiente

Per molti datori di lavoro, l’attenzione all’ambiente e all’ecologia costituisce un forte incentivo a favorire il lavoro a distanza. In effetti, gli studi dimostrano che i datori di lavoro che hanno adottato il telelavoro hanno contribuito a ridurre le emissioni di anidride carbonica (in inglese carbon footprint).

8. Viene incontro ai bisogni dei lavoratori più giovani.

Un buon 68 percento di persone in cerca di lavoro è formato dai cosiddetti millennials, secondo i quali la possibilità di lavorare da remoto aumenterebbe di molto il loro interesse nei confronti dell’azienda o il datore di lavoro.
Secondo un’indagine di AfterCollege, un network di supporto a studenti universitari e neolaureati per l’inserimento nel mondo del lavoro, “le politiche aziendali che promuovono un ambiente di lavoro flessibile, divertente e informale hanno un impatto positivo” sull’interesse dei giovani.

9. È il futuro del lavoro.

Solo pochi anni fa, lavorare da casa poteva sembrare impensabile, soprattutto per alcuni settori. Oggi non sembra più così impossibile.
Secondo i dati del Bureau of Labor Statistics, nel 2015 il 23% dei lavoratori ha riferito di aver svolto parte del proprio lavoro online, rispetto al 19% del 2003,
Un rapporto del New York Times ha anche rilevato che il lavoro online è in rapida ascesa.

10. È un fenomeno globale.

Oltre il 50 percento delle persone che lavorano su internet part-time (a livello globale) ha dichiarato di voler aumentare il numero di ore lavorative. Inoltre, il 79% dei cosiddetti “lavoratori della conoscenza” (knowledge workers) in un sondaggio globale di IGP ha dichiarato di lavorare su internet, e il 60% dei lavoratori online ha affermato che se potesse, lascerebbe l’attuale lavoro per una posizione in remoto a tempo pieno e per lo stesso stipendio.

Segretaria a distanza online: quali sono i benefici del collaborare con lei

  • Una segretaria a distanza online riduce drasticamente i costi legati al personale.
  • È una professionista indipendente:  non avrai spese legate ai contributi, alle ferie, ai giorni di malattia ecc
  • Lavora n base alla tua agenda per fornirti supporto ogni volta che ne hai bisogno.
  • Paghi solo il tempo impiegato per il tuo progetto.
  • Affrontano quotidianamente compiti vitali, per i quali però tu non hai tempo, dovendoti dedicare a tutte quelle attività legate alla crescita del tuo business
  • Non è necessario un ufficio vero e proprio
  • Non è necessario spendere soldi per la sua formazione.
    Non pagherai nessuno straordinario, ma continuerai comunque a mantenere i tuoi progetti nei tempi previsti.
  • Una segretaria a distanza online vive della reputazione che ha. È nel suo interesse che tu fornisca sempre a chiunque un feedback positivo su di lei. Questo si traduce in maggiore affidabilità e in un livello di servizio superiore.

Articoli

Come utilizzare LinkedIn per la tua attività

Come utilizzare LinkedIn per la tua attività

/
  Dopo Facebook e Twitter, eccoci a LinkedIn. Il social…
Come acquisire nuovi clienti con il web marketing.

Come acquisire nuovi clienti con il web marketing.

/
Quali sono oggi le risorse e le nuove forme di comunicazione…
Come utilizzare Twitter per la tua attività.

Come utilizzare Twitter per la tua attività.

/
Secondo gli ultimi dati rilasciati dal social network stesso,…
Come utilizzare Facebook per la tua attività. Bonus a fine articolo.

Come utilizzare Facebook per la tua attività. Bonus a fine articolo.

/
Dopo aver illustrato alcuni fondamenti del social media marketing,…
Pillole di Social Media Marketing. Cos'è e perché il tuo business ne ha bisogno.

Social Media Marketing. Cos'è e perché il tuo business ne ha bisogno.

/
Come ho già illustrato nel post sull'Inbound Marketing, l'altro…
Posizionamento del sito web: 5 SEO tools GRATIS per un rapido check-up. Più un bonus finale.

Posizionamento del sito web: 5 SEO tools GRATIS per un rapido check-up. Più un bonus finale.

/
Dopo averti parlato di come l' Inbound Marketing possa aiutarti…
Smart Working. La quarta Rivoluzione Industriale è arrivata.

Smart Working. La quarta Rivoluzione Industriale è arrivata.

/
Il dibattito sullo Smart Working si è fatto molto vivace…